Cisalpino al capolinea

Il grande sogno era quello di creare una rete di collegamenti veloci tra la Svizzera del nord e l'Italia, grazie ad una flotta di pendolini appositamente adattati agli standard svizzeri. Così nasceva, nel lontano 1993, Cisalpino AG, società a capitale misto FS e SBB.

Ma il sogno è riuscito solo per metà: per dieci anni la società ha arrancato tra problemi tecnici, ritardi, lamentele dei clienti e proteste delle autorità elvetiche. Non è bastata nemmeno l'entrata in servizio del nuovo pendolino per placare gli animi e migliorare la situazione. Il 12 dicembre 2009 Cisalpino cessa di esistere:

La qualità delle relazioni ferroviarie internazionali, nel traffico viaggiatori sugli assi Nord–Sud tra la Svizzera e l’Italia, non corrisponde più da tempo alle aspettative dei clienti né alle potenzialità che FFS e Trenitalia hanno dimostrato di saper esprimere sul proprio territorio, con i rispettivi servizi. Critiche alla qualità e alle prestazioni di Cisalpino, ritenute troppo spesso insufficienti, sono giunte negli ultimi mesi anche dalle autorità federali, dai cantoni sull’asse del San Gottardo e in territorio italiano [...]

Dati questi presupposti, le FFS e Trenitalia hanno deciso di riassumere l’autonoma gestione del traffico internazionale tra i due Paesi, secondo la collaudata gestione del passato e di cessare quindi, dal cambio orario in programma dal prossimo 13 dicembre, l’attività operativa di Cisalpino.

Il materiale rotabile della società sarà spartito tra i due soci: SBB avrà 4 ETR 470 e 7 ETR 610, mentre Trenitalia 5 ETR 470 e 7 ETR 610. Ecco allora qualche foto delle ultime corse del Cisalpino.

[Elettrotreno ETR 470.01 in livrea Cisalpino in
partenza da Milano Centrale (9 dicembre 2009)]

La mattina del 9 dicembre 2009 il Cisalpino 13 Zurigo-Firenze è effettuato con l'ETR 470 n.1, il primo rotabile consegnato a Cisalpino. Eccolo mentre esce dalle volte di Milano Centrale.

[Elettrotreno ETR 470 in transito a Capolago, sulla
riva del Lago di Lugano (novembre 2009)]

In una limpida mattinata di novembre l'ETR 470 del Cisalpino 15 Zurigo-Milano transita sulla riva del Ceresio.

[Elettrotreno ETR 470 a Capolago (novembre 2009)]

Il Cisalpino 16 Milano-Zurigo affronta una curva dopo essersi lasciato alle spalle la stazione di Capolago-Riva San Vitale.

[Elettrotreno ETR 470 inclinato in curva (Capolago,
novembre 2009)]

La coda del Cisalpino 16 alla massima inclinazione in curva.

[Elettrotreno ICN in transito a Capolago]

Il Cisalpino 16 viene effettuato con ETR 470 solo nella tratta Milano-Lugano: nel capoluogo ticinese i passeggeri vengono trasbordati su un treno ad assetto variabile ICN di SBB, come quello mostrato in foto.

[Elettrotreno ETR 610 in livrea Cisalpino a Milano
Centrale (dicembre 2009)]

Nell'autunno 2009 i nuovi ETR 610 hanno cominciato a sostituire gli ETR 470 dapprima sulla Milano-Ginevra e poi anche sulla Milano-Basilea. Ecco l'ETR 610 n.8 a Milano Centrale, pronto ad effettuare per la penultima volta il Cisalpino 56 Milano-Basilea.

[Elettrotreno ETR 610 in livrea Cisalpino a Vergiate
(dicembre 2009)]

L'ultimo CIS 37, effettuato con un ETR 610, affronta un tratto in curva nei pressi di Vergiate. È la mattina del 12 dicembre 2009.

[Convolgio Eurocity di Cisalpino al traino della
locomotiva E484.015 in livrea SBB Cargo (11 dicembre 2009)]

Visto il numero limitato di elettrotreni disponibili, molte relazioni sono espletate con materiale ordinario. In particolare sulla Milano-Lugano si utilizzano locomotori politensione Re 484 noleggiati da SBB Cargo. Nella foto, scattata la sera dell'undici dicembre 2009, la Re 484.015 è pronta a partire da Milano Centrale in testa all'EC 174.

Per concludere, una copia dell'ultimo orario di Cisalpino.

Copyright © 1998-2013 Delta November